La Filarmonica della Scala e Pierre-André Valade per Fausto Romitelli
Dopo il successo dei primi quattro concerti, domenica 26 ottobre il Festival Milano Musica sbarca al Teatro alla Scala presentando “Dead City Radio. Audiodrome”, una delle composizioni più significative del repertorio di Fausto Romitelli, eseguita per l’occasione dalla Filarmonica della Scala diretta da Pierre-André Valade. Ispirata al titolo del film “Videodrome” di David Cronenberg, la partitura di “Dead City Radio. Audiodrome” si apre con una tanto esplicita quanto disturbata citazione di “Alpensinfonie” di Strauss. Non c’è traccia di ironia in questo attacco musicale che è invece riconducibile a una parte della deformazione violenta che manifesta il processo di deterioramento sonoro tipico della poetica di Romitelli. “Amo il suono sporco, distorto, violento, visionario, che talvolta le musiche popolari hanno saputo esprimere e che cerco di integrare nella mia scrittura”, così parlo Romitelli. La serata alla Scala si aprirà con “Lontano” di György Ligeti e, dopo l’esperienza visionaria e allucinata di “Audiodrome”, si chiuderà con “La mer” di Claude Debussy.

Per informazioni visita www.teatroallascala.org e www.milanomusica.org