Carlos Kleiber e la grande stagione della contestazione proletaria
Ecco una parola che è uscita completamente dal lessico quotidiano: proletari. La massa delle classi con redditi bassi o minimi, secondo vocabolario, e non è che questa massa sia scomparsa, anzi: però ora, più cristianamente, si preferisce chiamarli poveri (proletari fa troppo forza-lavoro, troppo Marx). Negli anni Settanta proletari e proletariato erano invece parole diffuse, temute e rispettate. A Milano nel 1976 fecero scalpore due eventi a loro intitolati: il grande Festival del Proletariato Giovanile al Parco Lambro, a fine giugno (proletari nudi), e a fine novembre l’Happening del Proletariato Giovanile, all’Università Statale (proletari truccati da indiani metropolitani). Il Sessantotto cravattato era ormai un ricordo, ma non i suoi nemici: il 7 dicembre 1976 s’inaugurava la stagione del Teatro alla Scala con l’Otello di Giuseppe Verdi diretto da Carlos Kleiber, per la prima volta in diretta tivù; il 7 dicembre 1976 i proletari convenuti, dissotterrata l’ascia di guerra, diedero l’assalto al Teatro, per illuminare del fuoco di una rivolta metropolitana i velluti della Scala e i suoi biondissimi Zeffirelli. Dei tanti assalti alla Scala quello fu il più memorabile, ingigantito com’era dall’evento della diretta (Valentina Cortese in turbante e abito di lamé che commenta, “Sono pronta per le barricate”). Il bilancio della serata contò 250 fermati, 30 arrestati e 21 feriti, di cui alcuni gravi: secondo Primo Moroni, storico della controcultura e dell’antagonismo milanese, un bilancio da sconfitta militare. In sala, l’Otello di Kleiber con Placido Domingo, Mirella Freni e Piero Cappuccilli risultò altrettanto memorabile per le contestazioni di alcuni loggionisti, che prima del terzo atto commentarono in diretta “Povero Verdi, questa è una banda”, azzittiti peraltro da gran parte del pubblico. Quegli stessi loggionisti oggi venderebbero l’anima, pur di riavere un Kleiber in Scala a dirigere quel cast di Otello, ma questo è un altro discorso.

di Jacopo Ghilardotti

“Il pipistrello” di Johann Strauss 
Orchestra dell'Opera di Stato Bavarese - Carlos Kleiber, direttore 
Martedì 19 gennaio ore 21.00 in esclusiva solo su Classica HD (Sky, canale 138)


in replica*
mercoledì 20 gennaio ore 21.00
venerdì 22 gennaio ore 8.00
sabato 23 gennaio ore 13.00
domenica 24 gennaio ore 18.30
lunedì 25 gennaio ore 23.00

* gli orari potrebbero subire delle variazioni, si consiglia di consultare la guida settimanale di Sky