Mercoledì 22 maggio ore 20:30 - Teatro Manzoni di Bologna
Il brio delle ouvertures operistiche rossiniane, la drammatica Quarta di Schubert, il Concerto K.453, che lo stesso Mozart definiva "da far sudare". Un programma che serve da banco di prova per la versatile Budapest Festival Orchestra, una delle maggiori orchestre europee che incarna la grande tradizione mitteleuropea, guidata da Ivàn Fischer.
 Emanuel Ax, pianista canadese di origini polacche, è un interprete mozartiano molto reputato e ha vinto più volte il Grammy Award per le sue incisioni.
Mercoledì 22 maggio alle ore 20:30, al Teatro Manzoni di Bologna.