Dal Metropolitan di New York martedì 16 maggio ore 19.30 in alta definizione nelle sale di tutta Italia
Direttamente dal Metropolitan Opera House di New York, martedì 16 maggio alle ore 19.30 arriva nei cinema di tutta Italia “Der Rosenkavalier”, capolavoro operistico su musiche di Richard Strauss che andrà in scena nel nuovo allestimento del regista canadese Robert Carsen, con la diva della lirica Renée Fleming nel ruolo principale. Diretta dal Maestro Sebastian Weigle e con un cast stellare su cui spicca la mezzo soprano lettone Elīna Garanča, la commedia cantata che racconta con ironia le disavventure amorose dell’alta società viennese sarà proiettata in alta definizione dal prestigioso teatro di Manhattan.
 
L’ambientazione, la Vienna dei primi del Settecento, viene spostata dal regista al 1910, anno in cui lo spettacolo debuttò con un clamoroso successo prima a Dresda e poi in Austria e Milano, e l’establishment aristocratico che aveva dominato per secoli stava per capitolare sotto gli orrori della prima guerra mondiale. Un’ormai attempata marescialla (Fleming) si consola dalle assenze del marito con il giovane amante Octavian (Garanča): è tuttavia consapevole che il loro sarà un amore breve, che durerà fino a quando lui non incontrerà una ragazza più giovane. Succederà presto, quando verrà inviato per conto del rozzo barone Ochs (Günther Groissböck) a chiedere la mano della bella Sophie (Erin Morley). Tra colpi di scena, travestimenti e tentativi di scalata sociale, i due ragazzi tenteranno in ogni modo di sabotare il matrimonio indesiderato.
 
Da sempre considerato un lavoro sui temi del passare del tempo e dell’importanza di saper riconoscere il momento di lasciare andare ciò che si ama, quest’ultima produzione di “Der Rosenkavalier” potrebbe essere l’ultima occasione di ammirare Renée Fleming esibirsi in una delle parti che l’ha resa celebre in tutto il mondo. La signora dell’opera, oggi cinquantottenne, sta progressivamente abbandonando i personaggi che ha interpretato in più di trent’anni di carriera, iniziata tra l’altro proprio al MET nel 1988. Una ragione in più per non perdere questo evento, già recensito con entusiasmo da testate del calibro del New York Times e del New Yorker!
 
Costo biglietto: 15-10 euro
 
Per l’elenco completo dei titoli e delle sale coinvolte: www.stardustclassic.it