Anche il celebre baritono Leo Nucci nella quinta edizione di un Festival ricco di novità
Dal 26 agosto al 9 settembre si svolgerà a Vicenza la quinta edizione del Festival Internazionale Vicenza in Lirica – dialoghi barocchi, organizzato grazie al sostegno e patrocinio del Comune della città, all'ospitalità e al supporto delle Gallerie d'Italia – Palazzo Leoni Montanari, oltre che all'appoggio di numerosi sponsor privati.
Una città vive e cresce attraverso il contatto con il proprio territorio, la propria storia e la propria tradizione artistico-culturale, e quando riesce a impostare un dialogo aperto e vivace tra questi diversi aspetti va a creare solide fondamenta su cui crescere come realtà che guarda avanti, che costruisce ponti e che non alza muri invalicabili dietro cui barricarsi.
Proprio in questo senso va intesa la rassegna “Vicenza in Lirica”, che si sviluppa di anno in anno come spazio sempre più aperto e attento al dialogo tra diverse tipologie di espressioni artistiche.
“La chiave di lettura di questo Festival è il dialogo in quanto aspetto indispensabile per la costruzione dei ponti necessari a veicolare la cultura e l'abbattimento dei muri, soprattutto di quelli che non lasciano passare il suono – dice Andrea Castello, presidente dell'Associazione culturale Concetto Armonico, dell'Archivio storico Tullio Serafin e direttore artistico nonché fondatore di Vicenza in Lirica –. Nel caso del nostro Festival i ponti sono costruiti dalla musica, dagli artisti, dalle istituzioni, dagli sponsor, dalle collaborazioni, da qualsiasi cosa possa generare cultura per un futuro migliore. Il diaologo che proponiamo è fatto di spettacoli, master class, conferenze, aperitivi, personaggi in costume, vetrine addobbate e musica ovunque, ed è sempre rivolto (anche) ai giovani”.
Format di festival lirico multidisciplinare che ai corsi di alta formazione in canto, perfezionamento e debutto per giovani artisiti unisce concerti, opere e conferenze, la quinta edizione della manifestazione vicentina animerà alcuni tra i più importanti luoghi della città palladiana.
Ad aprire il cartellone il 26 agosto alle 21.00 al Teatro Olimpico, l'attesissimo concerto del celebre baritono Leo Nucci, che festeggerà i cinquant'anni di una carriera che ha preso il via al suo debutto al Teatro alla Scala nelle vesti di Figaro nel 1977. Pur impegnato nei più importanti ruoli del repertorio, in questi ultimi decenni la figura e la classe interpretativa di Nucci si sono legate indissolubilmente alle pagine di Giuseppe Verdi, del quale, nella magnifica cornice dell'Olimpico, canterà alcune tra le più celebri arie accompagnato dall'Italian Opera Chamber Ensemble. Interprete amato, celebrato e conteso dai teatri di tutto il mondo, Leo Nucci durante la serata riceverà il premio alla carriera “Vicenza in Lirica-Concetto Armonico” 2017. Inoltre, il concerto sarà impreziosito da un'esposizione di quadri (ospitata sul palcoscenico del Teatro palladiano) che vedono Nucci ritratto dall'artista parmigiano Vittorio Ferrarini in alcuni tra i suoi più celebri ruoli verdiani.
Il 27 agosto alle 21.00 nell'Oratorio di San Nicola, il controtenore Angelo Manzotti sarà l'interprete di un “dialogo barocco” in cui gli interlocutori saranno Händel, con arie dal “Rinaldo”, “Giulio Cesare” e “Partenope”, e Vivaldi con il suo “Orlando furioso”. Sotto il titolo “Tanti affetti in quel momento – abbandoni, ire e sospiri nel teatro barocco”, Manzotti si muoverà attraverso il grande repertorio dei castrati – veri e propri divi del teatro d'opera per più di due secoli – accompagnato dall'ensemble Corte Armonica diretto da Alberto Maron.
Prima del concerto serale, dalle 18.00 alle 20.30, il pianoforte di Alessandro Marini accompagnerà l'aperitivo “All'ombra di San Marco”, al Bar alle Clonne in Piazza delle Biade.
Il 28 agosto alle 21.00 si svolgerà a Palazzo Chiericati la conferenza-concerto “I volti di Van Gogh – musicista del colore” in attesa della grande mostra che verrà allestita nella Basilica palladiana il prossimo autunno. Protagonsti dell'incontro Valentina Casarotto, storico dell'arte, Stefania Carlesso, voce recitante, e Le Indes Galantes (Angela Citterio, flauto, Marco Perini, violoncello, Edmondo Mosè Savio, clavicembalo).
Molti altri sono gli appuntamenti che arricchiscono la programmazione di Vicenza in Lirica, di cui le pagine di Mondo Classica continueranno a dar conto nei prossimi giorni, fino agli ultimi appuntamenti del Festival.

Per maggiori informazoni: www.vicenzainlirica.it


In alto: Leo Nucci (foto © Roberto Ricci)