L’ultima opera di Puccini nell’allestimento di Marco Arturo Marelli
L’ultima opera partorita dal genio di Giacomo Puccini, e rimasta incompiuta, torna su Classica HD in uno spettacolare allestimento all’aperto. Sabato 7 ottobre alle 21.10 il canale 138 di Sky trasmette la “Turandot” andata in scena nel 2015 al Festival di Bregenz, rassegna che ogni estate porta un grande titolo del melodramma italiano nello spettacolare scenario del lago di Costanza.
L’allestimento realizzato da Marco Arturo Marelli coniuga per l’occasione lo spiccato gusto per l’immagine d’impatto – proprio del regista e scenografo svizzero – a una profondità di lettura del dramma pucciniano. A dominare la scena, una riproduzione in scala reale di un tratto della Grande Muraglia Cinese e dell’Esercito di terracotta. Sul palco, diretti da Paolo Carignani, Mlada Khudoley, Manule Von Senden, Michail Ryssov, Riccardo Massi, Guanqun Yu e i Wiener Symphoniker.
Opera in tre atti e cinque quadri scritta nel 1926 su libretto di Adami e Simoni, venne lasciata incompiuta da Puccini e successivamente completata da Franco Alfano. La prima rappresentazione avvenne il 25 aprile del 1926 al Teatro alla Scala di Milano sotto la direzione di Arturo Toscanini. Secondo alcune testimonianze, il celebre direttore interruppe la rappresentazione verso la fine del terzo atto, dopo l’ultima pagina scritta da Puccini, si rivolse al pubblico in sala e disse: “Qui termina la rappresentazione perché a questo punto il Maestro è morto”.


Foto: © Felix Kaestle/dpa