dal 13 al 24 giugno 2018 al Teatro Costanzi
Tre anni dopo la rocambolesca messinscena di Davide Livermore alle Terme di Caracalla, una nuova Bohème turba i sonni della città di Roma: è la Bohème di Àlex Ollé ambientata nella banlieu parigina (addio quartier latin) che due anni fa inaugurò la stagione del Regio di Torino. Una coproduzione sull’asse Torino-Roma, planata l’estate scorsa al Festival di Edimburgo e che approda, finalmente, nella capitale al Teatro Costanzi: debutto il 13 giugno e poi dieci repliche (una al giorno, tranne lunedì 18). Àlex Ollé è stato un fondatore ed è uno dei sei direttori artistici della Fura dels Baus.

Nel ruolo di Mimì si alterneranno tre soprani: Anita Hartig, Vittoria Yeo e Louise Kwong; più stabile Rodolfo, che sarà interpretato a turno da Giorgio Berrugi e Ivan Ayon-Rivas. Orchestra e Coro del Teatro dell’Opera di Roma saranno diretti dal maestro Henrik Nánási e, gli ultimi tre giorni, dal maestro Pietro Rizzo.
 
Per maggiori informazioni consultare il sito www.operaroma.it/spettacoli/la-boheme