L’omaggio a Battisti e poi Stefano Bollani, Ute Lemper, David Byrne
Quattro serate appassionanti - ritmi irresistibili, canzoni che ti rimangono in testa, voci che lasciano il segno; la XXIX edizione Ravenna Festival si avvicina al gran finale oscillando con disinvoltura fra intrattenimento e impegno, pop e avanguardia. Con Pensieri e parole il più intimo dei cantautori - Lucio Battisti - è protagonista dell’omaggio firmato dalla voce da crooner di Peppe Servillo e da cinque jazzisti eccellenti  (9 luglio, Teatro Fabbri, Forlì), mentre il talento sfacciato e sfaccettato di Stefano Bollani si tuffa nelle sonorità brasiliane di Que bom per un viaggio di saudade e allegria (13 luglio, Pala De André). Dal sud al nord del continente americano: è l’America di Hollywood e Broadway, ma anche un’America insofferente, che Ute Lemper canta in versi di Dylan, Porter, Waits, Bukowski per Glamour and Rage in America (16 luglio, Teatro Fabbri, Forlì). Fondatore dei Talking Heads e instancabile sperimentatore, David Byrne presenta American Utopia, il suo ultimo album, con un tour planetario che fa tappa anche al Festival (19 luglio, Pala De André).

Per maggiori informazioni consultare il sito www.ravennafestival.org.