Una settimana di eventi dedicati allo strumento re della popular music
È diventata l’icona del rock, ha attraversato tutti i generi, ha lasciato un segno indelebile sulla musica degli ultimi fragorosi decenni: chi se non sua maestà la chitarra elettrica? Ravenna Festival dedica una settimana di eventi allo strumento re della popular music: dal 19 al 24 giugno - tra soli ed esibizioni di massa a Ravenna, Russi e Comacchio - We Sing the Body Electric non è un revival, ma uno sguardo sul futuro della chitarra elettrica. Le musiche? Firmano, tra gli altri, Morricone, Steve Reich, Glenn Branca, Steve Mackey dei Pulp e Bryce Dessner dei The National. Cuore del progetto il rito collettivo a Palazzo S. Giacomo a Russi il 22 giugno, quando l’orchestra delle 100 chitarre elettriche - dirette da Tonino Battista di PMCE - si misurerà con nuove composizioni e un medley di Led Zeppelin e Jimi Hendrix. Il viaggio continua lungo il Mississippi, o meglio lungo il Po, il 23 e 24 giugno con una serata blues a Porto Garibaldi e il concerto trekking nelle Valli di Comacchio.

Per maggiori informazioni www.ravennafestival.org.