Venerdì 9 e domenica 11 novembre, al Teatro Comunale
"Non brucerò mai il mio gobbo", diceva Giuseppe Verdi. Nel terzo appuntamento della Stagione lirica di Sassari ritorna il Rigoletto ("il miglior soggetto in quanto ad effetto che io m'abbia finora posto in musica", diceva ancora Verdi): un'opera andata in scena per la prima volta alla Fenice di Venezia nel 1851, su libretto di Francesco Maria Piave, e lontana da Sassari da otto anni.

Ritorna in una nuova coproduzione dell’Ente Concerti Marialisa de Carolis e del Teatro Coccia di Novara, dove ha debuttato con successo poche settimane fa,
per la regia di Paolo Gavazzeni e Piero Maranghi.

Con un cast d'eccezione: il baritono bulgaro Vladimir Stoyanov sarà Rigoletto, Giulio Pelligra, il duca di Mantova, Aleksandra Kubas-Kruk, Gilda.

Tra gli altri interpreti Andrea Comelli (Sparafucile), Serena Muscariello (Giovanna), Sofio Janelidze (Maddalena), Fulvio Fonzi (il conte di Monterone), Stefano Marchisio (Marullo), Didier Pieri (Borsa), oltre ai sardi Francesco Leone (il conte di Ceprano) e Veronica Abozzi (un paggio).

Costumi di Nicoletta Ceccolini e scene di Leila Fteita.
Orchestra e Coro dell'Ente Concerti, la prima diretta da Marco Beltrami, il secondo preparato da Antonio Costa.

Biglietti e altri dettagli su www.marialisadecarolis.it/