Verdi e la censura

A pochi giorni dall'attesa prima visione di "Un ballo in maschera" dalla Staatsoper di Monaco - in onda sabato 26 marzo alle 21.10 su Classica HD - ripercorriamo gli storici scontri di Giuseppe Verdi con la censura, anzi le censure. Censure molteplici nell'Italia preunitaria che ostacolarono il cigno di Busseto e in molti casi lo obbligarono a rinunce, riscritture forzate e altre assurde violenze intellettuali. 

La "Kovancina" dalla Staatsoper di Monaco

Dalla Staatsoper di Monaco un intenso allestimento della seconda e incompiuta opera popolare di Musorgskij. Kent Nagano dirige la versione orchestrata e completata da Dimitrij Shostakovich. Spettacolo innovativo del grande regista russo Dmitrij Tcherniakov che si serve della luce per creare spazi scenici multipli. Le trame politiche della Russia zarista vengono rivisitate in tutta la loro crudezza: sullo sfondo degli abietti giochi di potere di burocrati, militari ed ecclesiastici, un mucchio di cadaveri.

Un ballo in maschera

In prima visione dalla Staatsoper di Monaco una nuova produzione del grande capolavoro che apre la produzione più matura di Giuseppe Verdi. "Un ballo in maschera" è un dramma struggente e intrigante nel quale l’amore colpevole del governatore di Boston Riccardo con la moglie del suo fedele ministro Renato dà il via a una congiura di palazzo che si risolve con una sanguinosa resa dei conti. Zubin Mehta è alla testa dei complessi del teatro bavarese. Nei ruoli dei protagonisti, le star della lirica Piotr Beczala e Anja Harteros.

"Un ballo in maschera" di Giuseppe Verdi

Il Coro de Manos Blancas al Festival di Salisburgo

El Sistema, il progetto didattico musicale che si è diffuso in tutto il Sud America e che ha ribadito il ruolo di riscatto sociale della musica, ha anche un’iniziativa dedicata ai bambini affetti da deficit uditivi e giovani con handicap visivi e cognitivi, con difficoltà motorie, dell’apprendimento e autismo. La Manos Blancas è un coro gestuale che trasforma la musica in una coreografia gestuale. Non si tratta soltanto di un’iniziativa nobile, volta all’integrazione e allo sviluppo delle capacità espressive e comunicative dei ragazzi, ma di un vero e proprio spettacolo per gli occhi.

"Fidelio" dal Palau de les Arts Reina Sofia di Valencia

L'impiego di proiezioni è alla base dell'impatto visivo della messa in scena curata dal regista italiano Pierluigi Pier'Alli per questo "Fidelio" al Palau de les Arts Reina Sofia di Valencia. Zubin Mehta dirige il Coro della Generalitat Valenciana, l'Orchestra della Comunitat Valenciana e un cast che annovera le voci di Carsten Stabell, Juha Uusitalo, Peter Seiffert, Waltraud Meier.

"Fidelio" di Ludwig van Beethoven
Martedì 23 febbraio ore 21.10 solo su Classica HD (Sky canale 138)


in replica​​*
mercoledì 24 febbraio ore 10.00

Ah... che mestiere

Nel 2002 il baritono bolognese Leo Nucci (classe 1942) ha festeggiato i suoi 'primi' quarant'anni di carriera con un ricchissimo recital al Teatro alla Scala, accompagnato dal pianista James Vaughan. In programma musiche di Rossini, Donizetti, Verdi, Giordano e una serie di fuori programma con Tosti e Nino Bixio. Baritono principalmente verdiano, Nucci si è però affermato anche nei ruoli di Gianni Schicchi e di Figaro. Per gli amanti dell'opera e non solo!

Gala Leo Nucci
Lunedì 22 febbraio ore 21.10 solo su Classica HD (Sky canale 138)


Werther!... Werther!...

Il capolavoro di Jules Massenet, tratto dall’immortale romanzo di Goethe, arriva in prima visione su Classica HD. L’amore impossibile tra il giovane Werther e Charlotte ha ispirato una delle pagine capitali del grande repertorio operistico francese. Una nuova edizione dall’Opera di Karlsruhe, con la regia dello statunitense Robert Tannenbaum, che riambienta la vicenda negli anni Cinquanta. A dar voce ai due protagonisti sono Keith Ikaia-Purdy e Silvia Hablowetz.

"Don Giovanni" con Erwin Schrott

Il “Don Giovanni” debutterà domenica 30 gennaio sul palcoscenico del Teatro Carlo Felice di Genova e rimarrà in scena fino al 7 febbraio offrendo al pubblico 7 recite e una serie d’iniziative collaterali dedicate al capolavoro di Mozart. Questo allestimento nasce da una fortunata collaborazione internazionale che ha coinvolto il Comunale di Modena, la Fondazione Teatri di Piacenza oltre al Teatro del Giglio di Lucca e l’Opera di Tenerife.

Aspettando "Il pipistrello"

Ecco una parola che è uscita completamente dal lessico quotidiano: proletari. La massa delle classi con redditi bassi o minimi, secondo vocabolario, e non è che questa massa sia scomparsa, anzi: però ora, più cristianamente, si preferisce chiamarli poveri (proletari fa troppo forza-lavoro, troppo Marx). Negli anni Settanta proletari e proletariato erano invece parole diffuse, temute e rispettate.

Carlos Kleiber dirige "Il pipistrello" di Johann Strauss

Torna Il pipistrello, la più celebre operetta di tutti i tempi, uno dei titoli con cui anche i più grandi direttori amano confrontarsi. Ed è proprio il caso di questa edizione che vede sul podio un’autentica leggenda della direzione come Carlos Kleiber. Sotto la sua bacchetta esplode tutta l’ironia e la gioia della partitura di Johann Strauss. Uno straordinario cast vocale, con Brigitte Fassbaender, Pamela Coburn e Eberhard Wächter.

“Il pipistrello” di Johann Strauss 
Martedì 19 gennaio ore 21.00 in esclusiva solo su Classica HD (Sky, canale 138)

Pagine

Abbonamento a musica classica