Musicopedia. Manuale ed esercizi di abilitazione e potenziamento per una propedeutica musicale inclusiva

La parola chiave sta in fondo al sottitotolo: inclusiva. Ossia, da dizionario, che “estenda a quanti più soggetti possibili il godimento di un diritto o la partecipazione a un sistema o a un'attività”. Una didattica musicale inclusiva è quindi una didattica lontana dai metodi abituali, fondati sui modelli classici dell’insegnamento, e disposta a trovarne di nuovi che consentano di imparare a tutti i soggetti affetti da disturbi specifici di apprendimento.

Shakespeare 400

Classica HD rende omaggio al più grande drammaturgo di tutti i tempi con una programmazione speciale interamente dedicata alle musiche che hanno tratto ispirazione dalle opere di William Shakespeare. Una rassegna in quattro serate tra musica sinfonica, danza, opera, musical e documentari. Una panoramica a 360° che rende merito all’influenza dell’opera del Bardo nella cultura musicale mondiale.

Guida pettegola al teatro francesce del Settecento

Ecco una guida per avvicinare i lettori più curiosi al teatro francese del Settecento, all’alba della rivoluzione. Torniamo nella Parigi del XVIII secolo alla corte dei Borboni e godiamoci il clima che ha sedotto l’Europa con gli illuminati e i commediografi Marivaux e Beaumarchais. Non c’è spazio per le polemiche dei grandi pensatori, le pagine scorrono invece sulle storie di attori, ballerine e cantanti, nuovi idoli delle folle. I teatranti sono le figure nuove del secolo, in forte ascesa nonostante gli ostracismi incrociati di Stato e Chiesa.

Verdi e la censura

A pochi giorni dall'attesa prima visione di "Un ballo in maschera" dalla Staatsoper di Monaco - in onda sabato 26 marzo alle 21.10 su Classica HD - ripercorriamo gli storici scontri di Giuseppe Verdi con la censura, anzi le censure. Censure molteplici nell'Italia preunitaria che ostacolarono il cigno di Busseto e in molti casi lo obbligarono a rinunce, riscritture forzate e altre assurde violenze intellettuali. 

La "Kovancina" dalla Staatsoper di Monaco

Dalla Staatsoper di Monaco un intenso allestimento della seconda e incompiuta opera popolare di Musorgskij. Kent Nagano dirige la versione orchestrata e completata da Dimitrij Shostakovich. Spettacolo innovativo del grande regista russo Dmitrij Tcherniakov che si serve della luce per creare spazi scenici multipli. Le trame politiche della Russia zarista vengono rivisitate in tutta la loro crudezza: sullo sfondo degli abietti giochi di potere di burocrati, militari ed ecclesiastici, un mucchio di cadaveri.

Il Tamburello

Estetica e formalismo sono gli indicatori di un certo gusto e definiscono lo stile di una nuova generazione di artisti, quelli che sul finire dell’Ottocento hanno preso le distanze dalle mode e dalle campagne impressioniste per dare una dimensione pittorica all’irrazionale. Ispirato dalle poesie di Baudelaire, dai fumi densi e blu delle pipe e da una tensione continua verso il sovrannaturale, il movimento simbolista mette in mostra le sue complessità al piano nobile di Palazzo Reale fino al 5 giugno.

Un ballo in maschera

In prima visione dalla Staatsoper di Monaco una nuova produzione del grande capolavoro che apre la produzione più matura di Giuseppe Verdi. "Un ballo in maschera" è un dramma struggente e intrigante nel quale l’amore colpevole del governatore di Boston Riccardo con la moglie del suo fedele ministro Renato dà il via a una congiura di palazzo che si risolve con una sanguinosa resa dei conti. Zubin Mehta è alla testa dei complessi del teatro bavarese. Nei ruoli dei protagonisti, le star della lirica Piotr Beczala e Anja Harteros.

"Un ballo in maschera" di Giuseppe Verdi

Il Coro de Manos Blancas al Festival di Salisburgo

El Sistema, il progetto didattico musicale che si è diffuso in tutto il Sud America e che ha ribadito il ruolo di riscatto sociale della musica, ha anche un’iniziativa dedicata ai bambini affetti da deficit uditivi e giovani con handicap visivi e cognitivi, con difficoltà motorie, dell’apprendimento e autismo. La Manos Blancas è un coro gestuale che trasforma la musica in una coreografia gestuale. Non si tratta soltanto di un’iniziativa nobile, volta all’integrazione e allo sviluppo delle capacità espressive e comunicative dei ragazzi, ma di un vero e proprio spettacolo per gli occhi.

"I due Foscari" con Plácido Domingo

Classica HD vi accompagna al Teatro alla Scala per seguire in differita la Prima de “I due Foscari”, l’opera in tre atti di Giuseppe Verdi, ambientata nella Venezia del XV secolo e ispirata all’omonimo dramma di Lord Byron. Classica HD offre un posto in prima fila per seguire l’atteso ritorno alla Scala di Plácido Domingo, superstar della lirica che interpreta un altro ruolo paterno da baritono dopo i successi ottenuti nel “Simon Boccanegra”.

"Fidelio" dal Palau de les Arts Reina Sofia di Valencia

L'impiego di proiezioni è alla base dell'impatto visivo della messa in scena curata dal regista italiano Pierluigi Pier'Alli per questo "Fidelio" al Palau de les Arts Reina Sofia di Valencia. Zubin Mehta dirige il Coro della Generalitat Valenciana, l'Orchestra della Comunitat Valenciana e un cast che annovera le voci di Carsten Stabell, Juha Uusitalo, Peter Seiffert, Waltraud Meier.

"Fidelio" di Ludwig van Beethoven
Martedì 23 febbraio ore 21.10 solo su Classica HD (Sky canale 138)


in replica​​*
mercoledì 24 febbraio ore 10.00

Pagine

Abbonamento a sky