Domenica 8 marzo, e in replica a partire dal 9,  su Classica HD, piattaforma SKY, in occasione della Festa delle Donna verrà trasmesso  “Questa è la mia voce” (This is my voice), un documentario su Elena Somarè, la principale interprete di fischio melodico nel mondo.
 
Realizzato un anno fa, per la regia di Claudio Lazzaro, in occasione del concerto di presentazione dell’album “Aliento” al Teatro Off Off di Roma, “Questa è la mia voce”  non è soltanto la registrazione di un concerto ma anche l’occasione per ascoltare il racconto di Elena Somarè, la storia di come ha portato ai più alti livelli questo suo particolare strumento, che un tempo veniva relegato in ambito sterilmente virtuosistico, e il percorso artistico che l’ha portata ad esibirsi in tutto il mondo, compresi i paesi arabi dove alle  donne fischiare è proibito, perché considerato “Haram”, cioè  indecente.

Il fischio melodico di Elena Somarè, così come rappresenta la riscoperta, la valorizzazione e, diciamo pure, la liberazione di un suono profondo e vitale, ingabbiato nella categoria del facile intrattenimento, diventa anche un modo per abbattere costrizioni e gabbie che nel mondo imprigionano ancora la condizione femminile.
Recensioni
Delitto al Conservatorio
di Franco Pulcini
412 pagine. 18,00 euro
Marcos y Marcos, Milano, 2019

La somma esponenziale...
Chopin, le estati a Nohant
di Piero De Martini
Il Saggiatore, Milano 2016; 237 pagine, 22 euro.

Nell’Enciclopedia Treccani, la voce ...